venerdì, 7 Ottobre, 2022

Grazie a Vincenza che ci ricorda che non siamo la nostra malattia

i più letti

Grazie a Vincenza da Roma, che ci ha voluto scrivere per condividere la sua lentezza… e la sua relazione con la sclerosi multipla. Ci ricorda che non siamo la nostra malattia e che il profumo del basilico può dare nuova luce alle nostre giornate. Speriamo tu possa ispirare altre persone!!!

Il vostro logo..la lumaca= SONO IO!!!
In famiglia tutti mi chiamano bolla ovviamente in maniera scherzosa. Faccio le cose con calma, una per volta. Ad esempio se suona il citofono spengo il gas e vado a rispondere. Se mi squilla il telefonino e sono in macchina accosto e rispondo. Se una persona si rivolge a me chiedendomi qualcosa, mi fermo e ascolto. Se qualcuno fa il furbetto e si infila davanti a me nella fila, lascio stare… Non supero mai i 50 km/h anche se sono in ritardo, difficilmente sono in ritardo… mi avvio sempre prima.
Ecco non sono multitasking. Non voglio esserlo. Sto bene cosi. Che bello alzarsi la mattina presto, osservare il sorgere del sole mentre tutti dormono. Prepararsi una ricca colazione e sedersi comoda a gustarla…
Per me non esistono problemi, esistono solo soluzioni…
Sono passati 14 anni dalla diagnosi, mio figlio e’ diventato un bel giovanotto alto moro con occhi nerissimi, mio marito e’ sempre il mio principe azzurro, continuo a fare il lavoro dei miei sogni… L’equazione SM=sedia a rotelle non e’ sempre valida..io sono autonoma e indipendente… NON ARRENDETEVI…non passate il tempo a crogiolarvi…affidatevi e fidatevi dei medici…

La malattia mi ha reso più forte. GODO della vita e dei piaceri che essa mi offre: il profumo del basilico sul mio terrazzo, mangiare una puccia per le strade di Lecce, un aperitivo al bar con le amiche…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

test

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Iscriviti alla Newsletter

Ultimi articoli