sabato, 4 Dicembre, 2021

Comandalenti

Nel corso del tempo ci avete chiesto di dare consigli pratici di lentezza, l’idea è sempre stata di prendersi un tempo per scegliere la propria direzione e poi la strada sarà diversa per ciascuno di noi. Abbiamo però scritto alcuni suggerimenti chiamati con ironia ComandaLenti. In foto vedete il primo, comparso già nella prima edizione del libro Vivere con Lentezza di Bruno Contigiani. Qui vi mettiamo i link per leggerne alcuni, se avrete idee per proporne di nuovi vi aspettiamo su vivereconlentezza@gmail.com

1. Svegliarsi 5 minuti prima del solito per farsi la barba, truccarsi o far colazione senza fretta e con un pizzico di allegria.

2. Se siamo in coda nel traffico o alla cassa di un supermercato, evitiamo di arrabbiarci e usiamo questo tempo per programmare mentalmente la serata o per scambiare due chiacchiere con il vicino di carrello.

3. Se entrate in un bar per un caffè: ricordatevi di salutare il barista, gustarvi il caffè e risalutare barista e cassiera al momento dell’uscita(questa regola vale per tutti i negozi, in ufficio e anche in ascensore).

4. Scrivere sms senza simboli o abbreviazioni, magari iniziando con caro o cara…

 

5. Quando è possibile, evitiamo di fare due cose contemporaneamente come telefonare e scrivere al computer…se no si rischia di diventare scortesi, imprecisi e approssimativi.

6. Evitiamo di iscrivere noi o i nostri figli ad una scuola o una palestra dall’altra parte della città.

 

7. Non riempire l’agenda della nostra giornata di appuntamenti, anche se piacevoli, impariamo a dire qualche no e ad avere dei momenti di vuoto.

8. Non correte per forza a fare la spesa, senz’altro la vostra dispensa vi consentirà di cucinare una buona cenetta dal primo al dolce.

9. Anche se potrebbe costare un po’ di più, ogni tanto concediamoci una visitina al negozio sottocasa, risparmieremo in tempo e saremo meno stressati.

10. Facciamo una camminata, soli o in compagnia, invece di incolonnarci in auto per raggiungere la solita trattoria fuori porta.

11. La sera leggete i giornali e non continuate a fare zapping davanti alla tv.

 

12. Evitate qualche viaggio nei week-end o durante i lunghi ponti, ma gustatevi la vostra città, qualunque essa sia.

13. Se avete 15 giorni di ferie, dedicatene 10 alle vacanze e utilizzate i rimanenti come decompressione pre o post vacanza.

14. Smettiamo di continuare a ripetere: “non ho tempo”. Il continuare a farlo non ci farà certo sembrare più importanti.

Nuovi Comandalenti

15. Impariamo, anche per il futuro, ad accettare la convalescenza come momento importante della vita; dopo una malattia non diventiamo impazienti di tornare subito in campo.

16. Impariamo ad accettare gli imprevisti.

 

17. In questo lungo periodo tra chiusure, lock down, mascherine, disinfettanti, mettiamo in campo la nostra creatività per sviluppare la resilienza.

18. Cerchiamo di non avere fretta di tornare alla vita di prima, spesso frenetica e poco riflessiva, facciamo tesoro di quanto appreso durante sosta forzata.

19. Diventiamo consapevoli che non siamo invincibili e a volta siamo in balia degli eventi esterni, questa consapevolezza ci aiuterà a non esserne travolti, saremo così pronti a navigare a vista.

Bicilenti

1.  Svegliarsi 5 minuti prima del solito per farsi la barba, truccarsi o far colazione senza fretta e con un pizzico di allegria.

2.  Lascia a casa la tua aggressività. Posologia: non più di un allegro vaffa al giorno.

 

3.  Mentre vai in bici, goditi l’arietta e molla il tuo parabrezza mentale.

 

4.  Ogni tanto rimetti le rotelline immaginarie alla tua bici e torna bambino.

 

5.  Se proprio devi salire sul marciapiede, scala la marcia.

 

6.  II campanello non è un animale intelligente, se usato male spaventa la gente.

 

7.  Sii gentile con chi va più lento di te, non sei l’unico a rotelle: passeggini, carrozzine, tricicli.

 

8.  Dai un nome alla tua bici e ogni tanto accarezzala.

 

9.  Il telefono in bici è a sbanda larga.

 

10.  Ricordati che anche se ti senti onnipotente di notte non sei fosforescente.

Comandalenti in cucina

1.  Il cibo è la tua prima medicina: insegna Ippocrate… crediamoci!

 

2.  La poesia del cibo inizia quando facciamo la spesa: scegliamo prodotti di stagione e di qualità. Se vogliamo risparmiare diminuiamo la quantità: che è anche un’ottima scelta per controllare colesterolo e peso.

3.  E’ scientificamente provato che l’acqua non bolle prima se continuiamo a osservarla: quindi senza fretta appassioniamoci alla preparazione della nostra cenetta e apparecchiamo con cura la tavola, un fiore?

4.  Utilizziamo tutti i nostri sensi per godere dei singoli ingredienti: la vista, il tatto, l’olfatto, il gusto … anche l’udito (i rumori della cucina fanno tanto casa e calore!).

5.  Gustiamo ogni forchettata e ogni piccolo sorso di quel vino che, anche se da incompetenti, avremo scelto con amore e cura.

6.  Evitiamo il “due in uno”! Se mangiamo non telefoniamo, se telefoniamo non mangiamo.

 

7.  Non precipitiamoci … il cinema, la lavastoviglie, l’ultimo ritocco al computer, ecc. aspettano.

Comandalenti a misura di bambino

1.  Porta sempre a termine una cosa che inizi.

 

2.  Ogni tanto, fermati a guardare gli uccelli nel cielo e le formiche a terra: Loro non hanno fretta…

 

3.  Prima fai i compiti e dopo giochi (prima il dovere dopo il piacere)

 

4.  Ricordarsi che i momenti di “noia” ci fanno scoprire qualcosa di bellissimo…perché attraverso la noia possiamo avere nuove idee creative.

5.  Non avere fretta per fare i compiti, perché se li fai sbagliati puoi anche non farli

 

I Comandalenti a misura di bambino sono stati suggeriti e creati da Sarah con i tre figli Nina, Linda ed Elia. Grazie di cuore!

Comandalenti versione audio

Comandalenti versione video

Risorse da scaricare